Edizione №3 Febbraio 2018 - Luglio 2018

Start.Italy

L'ecosistema dell'innovazione in Russia

Un anno di lavoro

Cari lettori, il nuovo numero della Newsletter “Start-Russia” che vi presentiamo corona il primo anno di lavoro del Desk Innovazione dell’Agenzia ICE. Non si tratta di un periodo eccessivamente lungo, ma è già possibile trarre un primo bilancio e tracciare delle prospettive per il nuovo anno che si apre.

Il lavoro di analisi e mappatura dell’ecosistema dell’innovazione russo, nonché i numerosi contatti stabiliti con partner significativi (tra i quali il Dipartimento per l’Innovazione del MISE russo, la fondazione Skolkovo, il fondo IIDF, il gruppo Yandex, l’Associazione Cluster e Tecnoparchi, l’Agenzia per lo Sviluppo Tecnologico) ci hanno confermato l’estremo interesse della controparte russa ad intensificare la collaborazione con l’Italia nei settori dell’Innovazione e dell’Industria 4.0.

Ad avvicinare i due ecosistemi ha contribuito anche la nostra newsletter, che oggi ricevono circa 3500 destinatari italiani e 1000 russi. A livello governativo le attese verso l’Italia sono alte: il Ministero dello Sviluppo Economico russo si è impegnato a favorire in ogni modo la collaborazione bilaterale tra istituzioni e aziende russe e italiane che si occupano di innovazione. Un’ulteriore conferma si è avuta con la partecipazione dell’Italia allo Start Up Village di Skolkovo (vedi articolo in questo numero) dove il nostro Paese è stato ospite d’onore.

Analogamente tali attese le abbiamo riscontrate nei partner privati russi che in questi mesi hanno partecipato a iniziative organizzate da ICE Agenzia in Italia, o hanno invitato il Desk Innovazione o aziende italiane ai propri eventi.

Italy Restarts Up
(Milano, 24-25 ottobre 2017)

Vorrei di seguito presentarvi alcune delle principali iniziative di quest’anno, per farvi “viaggiare” attraverso un percorso che, gradualmente, ha contribuito ad avvicinare ancora di più l’Italia e la Russia.

In occasione dell’edizione 2017 dell’Italy Restarts Up quattro operatori russi (Skolkovo, Yandex, FRII, Starttrack) si sono recati a Milano per un business trip che li ha messi a conoscenza con l’eccellenza innovativa italiana. Oltre 50 sono stati i b2b effettuati con le start up italiane.

Nell’ambito della missione, per tramite di ICE Agenzia, il rappresentante del gruppo Yandex ha incontrato le amministrazioni comunali di Milano e Roma, alle quali ha presentato la piattaforma Yandex.transport per il monitoraggio dei trasporti urbani, già attiva in molte città russe.

A latere della fiera, inoltre, in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, il Desk Innovazione ha organizzato un business tour di visite all’ecosistema innovativo torinese per tre operatori della piattaforma di crowdfunding StartTrack.

Start Up Innovation Workshop e Pitch start up italiane (Mosca, 13-14 dicembre 2017)

Il 13 dicembre 2017 il Desk Innovazione, in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, ha organizzato a Mosca lo “Start Up Innovation Workshop”. All’iniziativa hanno partecipato 7 soggetti russi (Skolkovo, Agenzia per lo Sviluppo Economico, Fondo dei Fondi RVC, Associazione Cluster e Tecnoparchi russi, Moscow Smart City Lab, Yandex, Parco tecnologico di Novosibirsk) e 5 start up italiane (Easy Rain, Starboost, WeTaxi, Enerpaper, APT Sol).

Il 14 dicembre, in collaborazione con la piattaforma di investimenti StartTrack, il Desk Innovazione ha organizzato un pitch delle suddette 5 start up nell’ambito della conferenza “Big Jackpot”. Durante la conferenza, inoltre, sono stati illustrati il lavoro del Desk Innovazione di ICE Agenzia e le possibilità di investimento nell’ecosistema innovativo italiano.

Sochi Invest Weekend (Sochi, 16-17 febbraio 2018)

Nell’ambito della collaborazione tra ICE Agenzia di Mosca e la Fondazione per lo sviluppo delle iniziative internet (IIDF), il Desk Innovazione ha partecipato al “Sochi Invest Weekend”, un evento dedicato al club degli investitori del fondo IIDF, che ha l’obiettivo di presentare agli investitori particolari opportunità di investimento in Russia e all’Estero. Il Desk Innovazione ha presentato le opportunità di investimento nonché le principali caratteristiche dell’ecosistema innovativo italiano.

Russia Business Forum (Torino, 19-20 febbraio 2018)

In collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, il Desk Innovazione ha organizzato un panel tematico su “Innovazione e opportunità di investimento in Russia” nell’ambito del “Russia Business Forum”. Due operatori russi, dell’Associazione Cluster e Tecnoparchi russi e della piattaforma d’investimenti StartTrack, sono stati selezionati per l’evento. Gli operatori, oltre a partecipare al panel, il 20 febbraio hanno visitato l’Incubatore del Politecnico di Torino, l’Incubatore dell’Università di Torino, l’Istituto Mario Boella, l’Associazione dei business angels di Torino. Con ogni soggetto sono state valutate modalità di collaborazione.

Russia Business Forum (Ravenna, 16 aprile 2018)

Il Desk Innovazione ha partecipato al “Russia Business Forum” - organizzato dalla Camera di Commercio di Ravenna il 16 aprile 2018 - con un contributo sul tema “Sviluppare partnership tecnologiche e individuare potenziali investitori”. Nell’ambito del forum il Desk Innovazione ha avuto b2b con varie start up della regione Emilia Romagna, alcune delle quali hanno poi partecipato allo “Start Up Village” di Skolkovo.

Borsa dell’Innovazione Tecnologica BIAT (18-20 aprile 2018)

In occasione della Borsa dell’Innovazione Tecnologica - BIAT 2018, organizzata da ICE Agenzia a Napoli, il Desk innovazione ha selezionato sette operatori qualificati per la partecipazione alla fiera: Yandex, Skolkovo, Umatex. Titan, Untitled Ventures, Maxfield Capital, Associazione Cluster e Tecnoparchi russi. Gli operatori russi hanno avuto b2b con le start up e le aziende innovative italiane, avviando con alcune di loro rapporti di collaborazione.

Partecipazione italiana allo Start Up Village (Skolkovo, 7-8 giugno 2018)

Obiettivo fondamentale della fine del primo anno di lavoro del Desk Innovazione è stato l’organizzazione di una importante partecipazione italiana allo Start Up Village, il principale evento dell’innovazione in Russia, che si è svolto il 31 maggio e il 1 giugno presso Skolkovo.

Grazie ai rapporti di collaborazione la fondazione Skolkovo, l’Italia è stato ospite d’eccezione alla fiera, con un padiglione che ha ospitato 35 aziende italiane.

Queste, cari lettori, le principali iniziative di quest’anno! ICE Agenzia di Mosca è pronta per una nuova stagione di lavoro, per consolidare i risultati raggiunti e per collezionarne di nuovi. Saremo lieti di vostri suggerimenti, idee e – perché no – anche critiche costruttive!

Spero che anche questo numero della nostra newsletter trovi il vostro gradimento.

Pier Paolo Celeste
Direttore ICE Agenzia di Mosca


Due giorni all’insegna dell’Innovazione

Reportage dallo Start Up Village 2018

Presso lo “Skolkovo” Innovation Center, situato nella parte ovest di Mosca, alla fine di maggio, si è tenuta la VI edizione dello “Startup Village”, dove i fondatori di start-up, gli esperti dell’innovazione si sono incontrati con imprenditori e investitori di successo, oltre che con grandi società tecnologiche e funzionari governativi.

Quest’anno l’Italia è stata per la prima volta paese partner dell’evento e molte start-up italiane hanno preso parte alla fiera, che è considerata la principale in Russia e nei paesi della CSI di questo settore. Grazie a ICE Agenzia di Mosca, che ha curato l’allestimento del padiglione italiano, 35 start up afferenti a diversi settori diversi, dalle biotecnologie, alla robotica, alle fonti energetiche rinnovabili fino ad arrivare al FoodTech, alla Fashion Industry ed alle IT, hanno partecipato alla collettiva nella capitale russa. Il padiglione Italia ha attratto l’attenzione di molti visitatori, sia per la centralità sia per il design particolare.

Oltre all’Italia, i paesi rappresentati sono stati Giappone, Kazakistan, Francia, Spagna e Svizzera. Nei due giorni la fiera è stata visitata da investitori, imprenditori, esperti internazionali e rappresentanti di grandi aziende provenienti da 80 paesi.

Nella prima giornata dello Startup Village all’Italia è stato dedicato il panel tematico “Open Innovation in Italy: reality and prospects”, che è stato introdotto dai discorsi di benvenuto dell’ambasciatore italiano in Russia, Pasquale Terracciano e del Direttore di ICE Agenzia di Mosca Pier Paolo Celeste. Al panel hanno partecipato il Presidente dell’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNI Cube Giovanni Perrone, il Presidente dell’Associazione Start Up Italia, Marco Bicocchi Pichi, il Coordinatore degli Enel Innovation Hub Fabio Tentori, il Responsabile dello Sviluppo della Rete e Partnership TIM WCAP Giulia Piermattei e Mattia Corbetta del Ministero dello Sviluppo Economico italiano.

L’interesse verso le aziende italiane ha mostrato il grado di complementarietà degli ecosistemi russo e italiano, confermando le numerose opportunità che le start up italiane possono cogliere nel mercato russo. Alcune di esse, per esempio, hanno già avviato le pratiche per diventare residenti del parco tecnologico di Skolkovo.

L’intensa due giorni di lavoro al Village è stata preceduta da un workshop organizzato dall’Agenzia ICE dedicato alle peculiarità del lavoro nel mercato russo. Il workshop si è svolto il 30 maggio, in un’atmosfera amichevole e cordiale, presso Eataly di Mosca. Davanti al pubblico di startupper hanno preso la parola il direttore di ICE Agenzia di Mosca Pierpaolo Celeste, il direttore per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile di Enel Ernesto Ciorra, il vicedirettore del Dipartimento per lo sviluppo i programmi prioritari del Ministero dello Sviluppo Economico della Federazione Russa Nikita Ponomarenko, un rappresentante del gruppo Yandex, il CEO della start up Tau Robotics, Francesco Taiariol.

Pierpaolo Celeste ha presentato ai convenuti le opportunità che offre il mercato russo alle aziende innovative italiane e il sostegno che ICE Agenzia offre alle aziende.

A sua volta, Nikita Ponomarenko spiegato come in Russia c’è un vero e proprio programma di sviluppo strategico volto a supportare le aziende, anche straniere, impegnate nel settore digitale. “Circa un miliardo di dollari sono già stati investiti in start-up in Russia”, ha sottolineato il funzionario.

L’ampia e variegata rappresentanza italiana a Skolkovo ha attirato non solo i visitatori ordinari, ma anche ospiti importanti come il presidente della Fondazione Skolkovo Viktor Vekselberg, l’ex vice-premier Arkady Dvorkovich, che di recente è stato co-presidente della fondazione, nonché il capo del Ministero della Scienza, Tecnologia e Produzione Innovativa argentino Lino Baragnao. Il tour al padiglione con ogni start-up, è stato condotto personalmente dal direttore ICE di Mosca, Pierpaolo Celeste.


L’Associazione dei Cluster e dei Parchi tecnologici invita alla collaborazione

Nel 2011 è stata istituita l’Associazione dei Clusters e dei Parchi tecnologici - la principale organizzazione pubblica e commerciale della Russia, che riunisce le organizzazioni dell’infrastruttura tecnologica e industriale del Paese (sito web dell’associazione http://akitrf.ru). I membri dell’Associazione sono oltre 60 organizzazioni provenienti da più di 30 regioni della Federazione Russa, comprese società di servizi dei parchi tecnologici, centri nanotecnologici, zone economiche speciali, centri di sviluppo dei cluster, organizzazioni specializzate nei cluster industriali, società di sviluppo regionale e altre organizzazioni. L’Associazione rappresenta gli interessi di oltre 2.500 organizzazioni che sono residenti dei parchi tecnologici e membri dei cluster, le cui imprese danno lavoro a oltre 110.000 persone e la produzione totale è di oltre 360 miliardi di rubli (lo 0,45% del PIL della Russia).

Il direttore dell’Associazione Cluster e Parchi Tecnologici

“L’Associazione dei cluster e parchi tecnologici, è pronta a fornire ai partner italiani informazioni su tutte le aree dei parchi tecnologici e sulle zone economiche speciali della Russia in merito alla presenza di condizioni favorevoli, inclusi regimi fiscali speciali, per il posizionamento di imprese industriali ad alta tecnologia. Inoltre, siamo pronti a discutere in merito alle opportunità di accedere alle catene industriali e tecnologiche dei cluster. Attualmente attirare gli investitori stranieri è una delle priorità della politica di investimento regionale e di quella industriale in Russia: esiste una vasta serie di strumenti che aiutano a ridurre i costi quando si crea la produzione”, ha affermato il direttore dell’Associazione dei Clusters e dei Parchi tecnologici, Andrej Shpilenko.

Secondo il parere del presidente dell’Associazione, una delle opzioni più efficaci per l’interazione con i rappresentanti del business italiano può essere la partecipazione a cluster industriali, che sono creati per lo sviluppo di catene tecno-produttive ed a vari settori industriali. “Gli investitori stranieri possono entrare nei cluster se registrano in Russia filiali delle aziende o costituiscono una joint-venture. Non vi sono divieti sulla partecipazione di capitale straniero: ogni impresa che è entrata in un cluster industriale ha l’opportunità di avere sostegno ai costi di investimento fino al 50%”, ha detto Andrej Shpilenko aggiungendo che l’Associazione include rappresentanti dei cluster industriali nei settori della costruzione di macchine, automobilistico, del petrolio e del gas, chimico, dell’industria del legno e altri settori.

Va notato che sarà presto pubblicata la versione inglese del Business Navigator per le zone economiche speciali della Federazione Russa, preparata dall’Associazione dei Cluster e parchi tecnologici in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico della Russia. Business Navigator verrà inserito nella versione in lingua inglese del sito Web dell’Associazione, nonché sui siti Web delle Rappresentanze commerciali russe all’estero.

Utilizzando la versione russa del sito, sarà possibile consultare Business Navigator per le zone economiche speciali della Russia sul sito ufficiale dell’Associazione
Link a Business Navigator

L’elenco dei cluster e dei parchi tecnologici in Russia è disponibile sul sito:

https://www.gisip.ru


La Russia in cerca di investimenti e innovazione straniera

Nella Federazione Russa, l’attrazione per investimenti stranieri sta diventando una questione importante, l’efficacia della soluzione dipende dal livello di competitività dell’economia, dalla modernizzazione tecnologica dei settori prioritari dell’industria e dalla creazione di nuove industrie high-tech e di innovazione.

Ad oggi, i settori e gli indirizzi prioritari dello sviluppo a lungo termine della Russia sono definiti nell’insieme dei documenti strategici nazionali di base, tra cui dottrine, strategie, concetti, programmi. Il sistema nazionale delle priorità dei settori per lo sviluppo della Federazione Russa e la cooperazione internazionale con investitori stranieri (compresi i partner italiani) comprende le seguenti componenti: nuovi materiali e nanotecnologie, inclusa la fibra di carbonio; medicina e prodotti farmaceutici, compresa la produzione di prodotti farmaceutici; biotecnologie; ingegneria dei trasporti e industria automobilistica; ingegneria energetica; costruzione di macchine utensili; costruzioni navale e una serie di altri settori prioritari.

Per un lavoro su così vasta scala della Russia, sono necessarie moderne tecnologie trasversali, vale a dire quando una tecnologia digitale viene sviluppata una sola volta e può essere applicata ripetutamente nei più diversi settori.

Nell’ambito dell’attuazione della politica scientifico- tecnologica della Russia, la formazione di una rete di centri di competenza tecnologica è una delle priorità, la cui costituzione creerà le condizioni necessarie per l’implementazione di tali priorità tramite l’ammodernamento innovativo dell’economia, attirando su larga scala investimenti nazionali ed esteri nell’economia delle regioni della Russia, migliorando l’accessibilità all’implementazione di tecnologie di produzione avanzate. A tale proposito, nel settore scientifico e tecnologico, la Russia presta particolare attenzione all’attuazione delle seguenti priorità:

• Progettazione e modellazione digitale;

• Tecnologie additive (additive manufacturing);

• Macchine CNC e tecnologie ibride;

• Sensori industriali;

• Tecnologie della robotica;

• Sistemi informatici di gestione aziendale;

• Internet industriale.

Per risolvere la questione della creazione di un’economia con una nuova generazione tecnologica in Russia, è stato creato un ambiente trasparente, confortevole e stabile per lo sviluppo del business e per attrarre investimenti diretti, anche esteri.

Attualmente la Russia ha a disposizione un gran numero di strumenti per accelerare lo sviluppo dell’economia e migliorare il clima degli investimenti in un determinato territorio delimitato, tra cui, i più efficaci, sono le zone economiche speciali (ZES), i parchi tecno-industriali, i cluster industriali.

Le zone economiche speciali in Russia sono uno dei progetti federali su larga scala, tesi allo sviluppo dell’economia delle regioni del nostro paese, attraendo investimenti diretti russi e stranieri in attività economiche prioritarie.

Negli ultimi anni, le ZES sono effettivamente diventate uno degli elementi chiave per attrarre non solo gli investimenti diretti nazionali, ma anche stranieri. Attualmente in Russia sono attive 25 ZES, e tra queste quelle che suscitano maggiore interesse per gli investitori stranieri risultano le zone dedicate alla produzione industriale ed all’implementazione tecnologica.

Il vantaggio competitivo delle SEZ per gli investitori è la riduzione dei loro costi iniziali fino al 30% degli importi degli investimenti di capitale dovuti a seguito dell’erogazione di imposte, per dogane e benefici sociali, nonché la costruzione di strutture di ingegneria generale e infrastrutture di trasporto a spese dei bilanci federali e regionali.

Un investitore straniero può accedere allo stato di residente della SEZ, se registra una filiale in Russia o costituisce una joint- venture. Non ci sono divieti sulla partecipazione di capitale straniero. Il volume minimo delle spese di investimento è di 120 milioni di rubli, di cui almeno 40 milioni di rubli deve essere investito entro 3 anni dalla data di ottenimento dello status di residente.

I parchi tecnologici sono un altro strumento per attirare gli investitori stranieri verso i settori high-tech dell’economia. Attualmente lo sviluppo dei parchi tecnologici è visto come uno strumento chiave per sostenere le imprese high-tech di piccole e medie dimensioni. Nel 2017 nella Federazione Russa erano attivi 125 parchi tecnologici in 44 regioni della Russia.

Per ciò che concerne i residenti stranieri dei parchi tecnologici in Russia, essi includono i leader mondiali nella produzione di apparecchiature elettroniche, prodotti farmaceutici, attrezzature mediche e altri prodotti high-tech.

Un altro strumento efficace per l’interazione con i rappresentanti del business italiano può essere la partecipazione ai cluster industriali, creati per lo sviluppo di catene tecno-produttive in vari settori dell’industria. In Russia sono operativi 25 cluster industriali. Come nelle zone economiche speciali, un investitore straniero può entrare nel cluster se registra una filiale in Russia o crea una joint venture. Ogni azienda, che è entrata a far parte del cluster industriale, ha l’opportunità di sovvenzionare i costi di investimento fino al 50% per l’attuazione di progetti di investimento nei settori prioritari dell’industria. L’investitore ha l’opportunità di ricevere un sostegno governativo diretto per le seguenti attività:

Inoltre, la capacità dell’investitore potenziale di ricevere sostegno statale per la realizzazione di progetti di investimento all’interno dei cluster, rende i cluster industriali un’attrazione per gli investimenti diretti.


Annunci

Summit internazionale degli investitori in startup VOLGA ANGELS

Samara, 7-9 settembre 2018

l più grande incontro di business angels, incubatori, acceleratori e altri esponenti del mercato della fase pre-seed. All’evento sono invitati a partecipare al summit i rappresentanti delle associazioni di business angels stranieri: EBAN (l’Associazione Europea dei Business Angels), FiBAN (l’Associazione Finlandese dei Business Angels), New York Angels (USA).

I professionisti del settore discuteranno le questioni principali e le tendenze del mercato del venture capital, i neo-investitori apprenderanno le competenze pratiche di investimento nelle fasi iniziali e la possibilità di co-investire con i maggiori esperti del settore.

Il vertice è incluso nel registro degli eventi ufficiali EBAN.

Per dettagli e partecipazione all’iniziativa rivolgersi al Desk Innovazione di ICE Agenzia di Mosca:

desk.innovazione.mosca@ice.it

Forum “Composites without borders”

Mosca, 25 ottobre 2018

RUSH: Forum della moda, del business e dell’innovazione (San Pietroburgo, 15 novembre 2018)

Il forum internazionale tecnologico RUSH è dedicato alle soluzioni innovative e le tecnologie nel settore fashion.

Il mondo della moda sta cambiando, stiamo gradualmente passando dal concetto di semplicemente bello a funzionale. Sono apparsi vestiti, scarpe, accessori intelligenti, applicazioni di stilismo, robot-sarti: quale futuro attende l’industria della moda? Quali tecnologie saranno richieste? Quali strumenti aiuteranno a promuovere efficacemente il business?

Le risposte a queste domande, le ultime tendenze di introduzione di tecnologie, i casi attuali e molti altri temi saranno affrontati durante il forum RUSH. Per dettagli e partecipazione all’iniziativa rivolgersi al Desk Innovazione di ICE Agenzia di Mosca:

desk.innovazione.mosca@ice.it

RUSH: Forum della moda, del business e dell’innovazione

San Pietroburgo, 15 novembre 2018

Umatex Group (appartenente all’Ente Statale “Rosatom” e principale produttore di materiali in fibra di carbonio in Russia) organizzerà il 25 ottobre 2018 la VI edizione del Forum “Composites without borders”. Il Forum è dedicato a tutti i settori legati ai materiali compositi. Oltre a una sessione plenaria sullo stato e le prospettive del mercato dei materiali compositi in Russia si terranno 4 panel tematici: “Prospettive di utilizzo dei materiali compositi nella sfera dei serbatoi per motori a gas e nella produzione di articoli sportivi”, “Prospettive di utilizzo dei materiali compositi nell’ingegneria dell’energia eolica”, “Possibilità di investimento per le compagnie produttrici di materiali compositi in collaborazione con gli istituti di sviluppo”, Quadri per l’industria dei materiali compositi”.

Gli organizzatori hanno espresso vivo interesse a vedere relatori ai panel e aziende italiane interessate a far conoscere il proprio prodotto.

Per dettagli e partecipazione all’iniziativa rivolgersi al Desk Innovazione di ICE Agenzia di Mosca:

desk.innovazione.mosca@ice.it

Forum “Finopolis”

Sochi, 17-10 ottobre 2018

Il forum, organizzato dalla Banca di Russia, in collaborazione con i leader IT e del mercato finanziario, è diventato la più grande piattaforma in Russia per la discussione e l’analisi delle tendenze e delle possibilità d’applicazione delle moderne tecnologie digitali nel settore finanziario.

Ogni anno circa 1500 esperti, rappresentanti delle imprese russe e straniere e autorità istituzionali, partecipano al forum. Il forum comprende un’area espositiva, dove i leader del mercato e le giovani aziende presentano le loro realizzazioni e i progetti nell’ambito delle tecnologie finanziarie, e la competizione delle startup fintech.

Per dettagli e partecipazione all’iniziativa rivolgersi al Desk Innovazione di ICE Agenzia di Mosca:

desk.innovazione.mosca@ice.it

Forum “Go tech”

Mosca, 22 novembre 2018

GoTech ARENA è il luogo d’incontro delle aziende tecnologiche, una piattaforma per gli incontri e le trattative degli imprenditori e investitori. È un forum per le imprese che creano, cercano, comprano e introducono nuove tecnologie e applicazioni.

Nel 2017 il forum è stato visitato da oltre 1000 persone, tra cui 120 investitori, 300 rappresentanti delle corporazioni e 400 startup. Sono intervenuti 40 speaker, si sono tenuti 75 pitch di startup, si sono svolti 650 b2b al VC Corner.

Per dettagli e partecipazione all’iniziativa rivolgersi al Desk Innovazione di ICE Agenzia di Mosca:
desk.innovazione.mosca@ice.it